21 feb 2010

COMUNICATO DEI VOLONTARI DEL SITO "GLI ANGELI DI PASQUALE"

PER FAVORE CHIEDIAMO A TUTTI GLI AMICI DEGLI ANGELI DI DEDICARE QUALCHE MINUTO ALLA LETTURA DI QUESTO COMUNICATO SCRITTO IN COLLABORAZIONE CON "ASSOCIAZIONE CANILI VENETO". E' MOLTO IMPORTANTE, SERVE PER TUTELARE LA NOSTRA INTEGRITÀ MORALE MA SOPRATTUTTO PER TUTELARE I NOSTRI AMICI A 4 ZAMPE. GRAZIE DEL SOSTEGNO E DELL'AFFETTO CHE QUOTIDIANAMENTE CI DIMOSTRATE.

Ogni giorno i nostri occhi vedono immagini di cani, cuccioli appena sbocciati alla vita, adulti con un destino segnato, anziani senza più speranza, abbandonati per strada o in canile, molto spesso vilipesi e maltrattati. E non possiamo non fare nulla, restare inermi e volgere lo sguardo da un'altra parte, lasciare che altri se ne occupino e allora partiamo...annunci in rete, appelli sul sito, scambio di mail tra volontari nella speranza di trovare un affetto, una casa e dare una vita dignitosa a quanti più cani possibili e far conoscere la gioia di un "amore speciale" ad un essere umano. E' solo questo che ci fa andare avanti, senza appoggio alcuno da parte delle istituzioni, con le sole nostre forze e con quelle di altri volontari come noi. Cerchiamo, per quanto possibile, di fare tutto ciò nel modo migliore. Chi raccoglie un cane malato lo cura, spendendo soldi di tasca propria, i cuccioli vengono sverminati e vaccinati sempre dando fondo a risorse proprie, sovente appoggiamo cani in difficoltà in pensioni a pagamento.

Quando riusciamo a trovare quella che ci sembra una buona sistemazione per il cane in questione procediamo con i controlli. Qualora anche questi abbiano esito positivo, il cane viene affidato e la nostra unica ma grande ricompensa è quando, seguendo nel tempo le adozioni, appunto il tempo ci dimostra che avevamo ragione, che quella persona o quella famiglia erano adatte all'adozione. Quando andiamo a trovare i nostri protetti e vediamo dei cani completamente diversi da quando li abbiamo affidati, amati, curati, con lo sguardo felice e fiducioso, ci sentiamo ricompensati per tutte le energie che abbiamo speso anche a scapito dei nostri affetti umani ed animali nonché della nostra vita privata ormai praticamente inesistente.

A volte, però, questo non succede, a volte un cane affidato si ammala poco dopo essere andato in famiglia e veniamo accusati di aver dato quel cane "già malato" consapevolmente. Tengo a precisare che non abbiamo nessun tornaconto ad affidare cani malati che possono rischiare di morire o tornarci indietro. Se vengono affidati, lo sono quando non presentano sintomatologia alcuna e se hanno patologie in incubazione non possediamo la sfera di cristallo per poterlo anche solo supporre. Il più delle volte noi fungiamo solo da intermediari ed i cani in questione li vediamo in appello come voi o al massimo quando arrivano a destinazione. Il nostro modulo di affido così recita: "di essere consapevole che non si può fornire nessuna garanzia sullo stato di salute dell'animale e riguardo l'aspetto comportamentale". Questo non perché svolgiamo male o superficialmente la nostra opera ma perché è oggettivamente impossibile certificare al 100% che il cane o il cucciolo è sano quando del suo passato non sappiamo nulla o quasi. Questi cani dovrebbero restare in appoggio dai volontari a vita per testare la loro salute perché i continui ingressi metterebbero a rischio di contagio i cani anche dopo mesi di controlli.

Nessuno, nemmeno i canili possono garantire una contumacia assoluta per ogni singolo animale e tanto meno gli allevamenti da dove molto spesso escono cuccioli con patologie, talvolta provenienti addirittura dall'Est Europa, i quali arrivano in Italia già in condizioni pessime a seguito delle situazioni in cui vengono allevati e sottoposti a bombardamenti di medicinali per tenere sotto controllo eventuali malattie fino al momento della vendita ma che "esplodono" una volta a casa e che portano i piccoli alla morte in brevissimo tempo. Ma in questi casi nessuno si lamenta, pur avendo speso soldi, al massimo viene chiesto il rimborso.. Noi, invece, non chiediamo soldi per i nostri cani perché pretendiamo una buona adozione e le buone adozioni non si comprano. Qualcuno ci fa un'offerta ma la stessa offerta non copre nemmeno le spese che abbiamo sostenuto per i vaccini, la sverminazione, il microchip del cane adottato e continuiamo a farlo, autotassandoci, per i cani bisognosi del nostro aiuto. Le uniche volte in cui diamo via un cane malato o affetto da qualche patologia è quando promuoviamo una "adozione del cuore" ma in questo caso lo sottolineiamo e diamo quante più informazioni possibili sulla situazione in cui versa il povero animale.

Noi volontari ci siamo dove mancano le istituzioni, che per prime dovrebbero provvedere alla tutela degli animali abbandonati, facciamo più di quanto facciano i canili convenzionati preposti alla cura dei randagi che spesso non vaccinano e non curano ma se si deve puntare il dito contro qualcuno questo viene puntato contro il nostro mondo. Le critiche e gli improperi che ci sono stati mossi in alcuni casi non ci faranno desistere dagli obiettivi di trovare famiglia alle creature bisognose perché sappiamo di fare tutto correttamente senza truffare nessuno, cosa che non sempre fanno certi veterinari i quali, diversamente da quanto vorrebbe la loro etica, svolgono la loro attività principalmente a scopo di lucro. Veterinari che, a volte, fanno diagnosi sulla base di esami poco attendibili o effettuano esami su esami e diagnosi ogni volta diverse con notevole esborso di denaro da parte dei clienti, prima di arrivare alla diagnosi definitiva. Veterinari che quando non conoscono una patologia perché poco diffusa sul territorio, portano avanti atti di vero e proprio terrorismo psicologico per convincere il proprio cliente che "...sarebbe meglio cambiare cane...se non vuoi passare una vita di sofferenze...". O ancora, veterinari che non esitano a parlar male dei loro colleghi che prima di loro hanno visitato il cane, il quale, tra l'altro, in quel momento non presentava sintomo alcuno. Questi veterinari oltre che screditare altri medici diffamano i volontari e la loro opera favorendo il mercato di animali che noi tanto cerchiamo di combattere perché crediamo che un cane o un gatto abbiano un valore ben più alto di quello che può essere quantificato col "vil denaro".

Noi volontari continueremo nella sua opera di tutela degli animali in difficoltà e chiediamo alle persone di collaborare e di aiutarci affinché tanti cani e gatti costretti al randagismo o ricoverati nei canili e gattili possano avere una chance per il loro futuro. Nel contempo sottolineiamo nuovamente l'impossibilità di garantire sulla salute dell'animale anche se assicuriamo vaccinazioni e sverminazioni. Stiamo parlando di esseri senzienti e non di vestiti alla moda da buttare se presentano difetti di fabbrica. Chi ama veramente gli animali può desiderare legittimamente di adottare un cane o un gatto sani ma nell'eventualità che questi si ammalassero dopo l'adozione non ci si dovrebbe tirare indietro e si dovrebbe essere disposti a curarlo. Sono queste le persone che vorremmo come aspiranti adottanti di un animale.

Condividi


Bookmark and Share

21 commenti:

Raffaella ha detto...

Brava Vale!!! Parole sante!!! Basta accusare i volontari del sud di scarsa cura!! Provateci voi ad avere un emergenza al secondo...fare il possibile con mezzi scarsi e doversi pure prendere dei vaffa perche' il cane non arriva come se fosse uscito da una mostra canina

Raffa

Anonimo ha detto...

Condivido pienamente il vs. pensiero. Nemmeno quando nasce un figlio...uno può avere la certezza che non si ammali e così è per i cani. Se il cane è sano quando viene dato in adozione e si ammala successivamente, questo può dipendere da tanti fattori (virus, ambiente, dieta ecc), ma non rende certo responsabili i volontari che li seguono con grande abnegazione!
Forza ragazzi, continuate così! Siete grandi! Laura

Anonimo ha detto...

Ben detto.

Anonimo ha detto...

Vi conosco e vi stimo. A nome del Gruppo Gedeone, di cui ho la gioia di fare parte, voglio dirvi che quando decidiamo di mandare un aiuto a Pasquale e ai suoi angeli, umani e non, lo facciamo veramente con gioia e con piena e totale fiducia. Grazie di esserci. Matelda del Gruppo Gedeone

Anonimo ha detto...

Credo che i volontari che come voi si prendono cura di tutti questi poveri animali siamo persone meravigliose. Sensibili e con un grande cuore. Non mollate.
Silvia

Anonimo ha detto...

Capisco la vostra amarezza nei confronti di certi veterinari. Mi sono chiesta anche io, in alcuni casi, dov'era finita quella passione che li aveva spinti a laurearsi. L'unica consolazione è che non sono tutti così.
Voi, però , non vi demoralizzate. Continuate con l'impegno di sempre.

Anonimo ha detto...

Siete Grandissimi!!!!!
Non fatevi problemi e andate avanti...quello che fate è sacrosanto..e se non è assolutamente perfetto, voglio vedere che cosa fanno quelli da cui vengono le critiche!!!

Coraggio...non vi sentite mai soli, perchè avete alle spalle tante persone che vi pensano e se anche non sono lì di persona, vogliono aiutarvi concretamente!

Tiziana DNL

Anonimo ha detto...

Credo che tutte le persone che adottano un amico a 4 zampe e dopo trovano in lui " un problema " e' perche' non desideravano veramente un cane da amare e coccolare, ma volevano forse dimostrare qualcosa a qualcuno, e, vi assicuro che ci riescono. Infatti l'unica vera dimostrazione che danno e' quella di saper essere capaci di illudere........animali e umani, ma soprattutto se stessi. Forza Pasquale non mollare mai. Siete unicamente meravigliosi,tu e tutte quelle persone che sono "con te ".

Anonimo ha detto...

Sono 1 volontaria,e capisco la situazione,ci vuole pazienza e andare avanti.

zarlino ha detto...

Io sono Stefano, quello che ha adottato PEPE, il cagnetto paraplegico..Vorrei sottolineare una questione in seno all'argomento sopra trattato: bisognerebbe (compatibilmente con i limiti imposti dalla disponibilità del Personale) controllare oculatamente chi brama un cane "di razza" oppure un cane "sano". Sono un po' come quelli che vogliono solo "le bionde". Brutta gente.. - Quando abbiamo adottato Pepe (come ancor prima Ninì, la cagnina restituita al canile perché affetta da dermatite..), sapevamo che saremmo andati incontro ad impegni straordinari. Tali impegni non sono in nessun modo riconducibili ai Volontari della spiaggia precedente. Quindi, se uno ama gli animali, fa come noi, tira a sorte, quello che viene viene..Anzi, meglio se malato. Ma..per caso.. un giorno finiremo col controllo genetico laddove si potranno decidere figli biondicelli, occhiettini e FACCE DA SCEMO? Perché la cosa che più mi spaventa, è che quelli che vogliono il cane di razza da esibire, appartengono allo stereotipo del classismo..Preferiscono la segretaria di rappresentanza, piuttosto che quella brava. Ripeto, brutta gente!

Anonimo ha detto...

ciao!

condivido in pieno quello che hai scritto!

io o meglio mio padre quando ero piccola ha adottato lady dal canile lager dicevano di calcinato boh io so solo che lady me l'he data piu' che volentieri e che mi voleva dare anche la sorella ma hanno fatto un servizio su quella signora su rai due ma hanno detto tante di quelle balle assurde!
era una signora privata che aveva un pezzo di giardino ma siccome non voleva vendere il terreno glihanno sequestrato il canile e di consegueza il terreno perchè dico questo perchè il canile di calcinato clacinatello ora è comunale me è tale e quale a come lo teneva la signora solo che hanno messo in pu una reta apposta del soffitto e 150 cani gli annia ammazzati per nulla!
ora io non so seè vero che i cani la signora quando morivano come dicevano glieli faceva mangiare agli altri cani e che non gli dava da mangiare e che si ammazzavano fra di loro io so soltanto che quando abbiamo portato lady a casa che ora ha 12 anni lady quel giorno aveva mangiato pane e pollo come lo so eheh lady soffre di maldauto e l'ho scoperto quel giorno che l'abbiamo portata a casa!
e posso solo dire che non mi sono lamentata perchè era da lavare e spazzolare quando gli ha fatto la bagno era piu' contenta perchè era piu' bella!

e ora ho scritto a voi per bimba spero mi rispondiate prestino quando potete kiss kiss

Anonimo ha detto...

E' incredibile che possano accusare voi! abbiamo adottato un cane che dopo nemmeno 2 anni è morto di tumore al fegato, ma mai e poi mai verrebbe in mente di accusare i volontari di non averlo sottoposto agli esami necessari!!! Certe cose purtroppo non si possono prevedere, nel nostro caso ciò che resta è solo un grande dolore x la perdita di Pepito, le accuse servirebbero davvero a poco, oltre ad essere davvero ingiuste e crudeli! forza ragazzi, Pepito era uno dei vostri Angeli, non vi ringrazieremo mai abbastanza x il dono che ci avete fatto, anche se se ne è andato troppo presto! un abbraccio!

Sabrina ha detto...

Posso solo elogiare il lavoro dei volontari del sud e di tutti in generale,ma voi trovate sul vostro cammino molte più difficoltà,istituzioni assenti,abbandoni continui...quindidico grazie infinite per il vostro stupendo lavoro...

Anonimo ha detto...

Alla meschinita' di molti umani non si puo' porre rimedio!
Ma se queste persone avessero un figlio con problemi di salute lo porterebbero in un orfanotrofio?
Quando si decide di prendere un cane, si decide di avere un altro membro della famiglia e come tale lo si protegge e lo si cura perche' lo si ama.
Troppo spesso si parla di quello che i cani ci danno, talvolta sarebbe bene chiedersi se anche noi siamo in grado di dare qualcosa. Altrimenti meglio non prenderlo, non e' obbligatorio!!
Ragazzi non vi scoraggiate, quello che fate e' meraviglioso!
Dato che vivo in Toscana cito Dante: NON TI CURAR DI LORO, MA GUARDA E PASSA.
silvia (Bea)

Anonimo ha detto...

un cane soprattutto se prelevato dal canile dovrebbe essere un atto d'amore nei confronti di un essere indifeso.nn comprero'mai un animale(sapete che si possono adottare perfino conigli abbandonati?e si vengono a noia anch loro),per me un'adozione equivale a dare una redenzione ad uno sfortunato.,tutto qua.io sono grata a gente ch sacrifica tempo ed energie sz ricompenza alcuna in temini economici ma solo morali.io ho un cane difettato e sapeste l'amore che mi da!natasha

Anonimo ha detto...

Vale, sono solo dei mal fidati, io ci sono passata con Kimmy, poi alla fine nessuno è stato in grado di fare una diagnosi esatta. La mia idea, è che come capita anche ad alcuni bambini abbia avuto una reazione anomala alle vaccinazioni.
Non ascoltateli, proseguite con il vostro fantastico lavoro, i pelosetti hanno bisogno di voi.
Kimmy è qui vicina a me che dorme sul divano al calduccio, è un'adorabile peste, amata e coccolata, ci avete fatto un regalo bellissimo anche se non è perfetta e anche se non lo sapevamo quando l'abbiamo adottata, allora?!?!
Immaginatela qui, felice e contenta e pensa a quanto ti deve........

Anonimo ha detto...

ciao ragazzi,quelli che parlano male di voi e del vostro lavoro sono solamente persone povere di animo e che l'amore per gli animali non sanno nemmeno cosa significhi!!!!Non vi dovete demoralizzare,anzi ogni critica rivoltavi dovete coglierla come uno sprono per andare avanti nella vostra GRANDE IMMENSA OPERA,perche' dietro ad ogni critica ricordatevi c'e sempre cattiveria gelosia ed invidia.Dovrebbero esser loro ad imparare un po'di umilta' da tutte quelle creature di cui voi vi prentede cura con tanto amore in cambio della loro eterna riconoscenza!!! SIETE GRANDI E CONTINUATE COSI!!! un abbraccio da NEVE Sabry e Gian !

Anonimo ha detto...

circa settimana fà un ragazzo mi ha chiesto se conoscevo un canile per poter adottare un cane nella provincia di napoli.Io gli ho risposto vai dagli angeli di pasquale perchè sono veramente seri ed in più se ti danno un cane con problemi te lo dicono.ragion per cui chi parla a sproposito io dico sempre (scusate il termine) come il culo: butta solo aria calda.
Io vi ammiro,sappiatelo.Il mio cane l'ho adottato tra i randagini di Modica e se avesse avuto problemi me lo sarei tenuto comunque.Dopo neanche 5 mesi che l'avevamo abbiamo dovuto spendere 250e di operazione all'occhietto più medicinali ecc.Lavora solo mio marito e fa l'operaio,non siamo andati in ferie ma non ce n'è fregato niente.Rudy è il quinto componente della famiglia e da tale lo trattiamo.Comunque Valentina & co.,continuate così perchè veramente trasudate amore per i cani da tutti i pori.

Anonimo ha detto...

mi congratulo con voi.. vi racconto in breve una storia successa anni fa.. a mio figlio era stato regalato un cucciolo di cane di razza...appena preso dopo due giorni.. comincia a vomitare sangue e feci piene di sangue .. lo porto dal veterinario che subito lo ricovera.. era sul punto di morire.. chiamo quello che me lo ha venduto.. il deficiente mi dice " ti dò un altro cucciolo"..gli ho risposto se era matto .. avrei fatto di tutto per salvare il piccolo leon non mi interessava un altro cucciolo perchè sapevo che se lo avrei ridato indietro l'avrebbero soppresso.. cosi che dopo un mese di cure.. tutte le notti passate in clinica a tenerlo in braccio mentre faceva le flebo.. era arrivato ad avere una forte flebite alle zampe..il piccolo leon ce l'ha fatta.. quindi vorrei dire a tutti che quando si acquista un cane non si sa mai quello che può accadare ma se si amano veramente si fa di tutto e dico di tutto per salvarli... ho speso tantissimi soldi ma non paga l'amore che leon dà in famiglia.. TRA L'ALTRO NON ERA DI RAZZA...L'ABBIAMO SCOPERTO PIù TARDI.. QUINDI NON SI PUO DARE COLPA A DEI VOLONTARI CHE STIMO PER IL LORO IMPEGNO .. SE UN CANE DOPO UN PO' CHE SI è ADOTTATO PUO' AMMALARSI LORO NON POSSONO SAPERE QUELLO CHE ACCADRA!!!MA IL FATTO STA CHE CHI LO PRENDE IN AFFIDO DEVE CURARLO CON AMORE... PREMETTO CHE VIVO AL NORD E NE CAPITANO ANCHE QUI DI COSE MALSANE CON I CANI.. QUINDI NON CENTRA NORD E SUD..

Elena ha detto...

Io ho adottato la mia cagnolina tramite gli Angeli: posso confermare che sono persone serissime. Niente mi è stato chiesto a titolo di denaro e mi è stata portata GRATUITAMENTE da Napoli fino a Milano. E non solo: la cagnolina era già sterilizzata, vaccinata, completa del suo libretto sanitario e le avevano fatto il test per la leishmaniosi documentato da un certificato medico... se sono disoneste persone che operano in questo modo non so chi è onesto!!!!! Per quanto riguarda la salute, un cane dato in adozione potrebbe avere in incubazione una malattia che non si è ancora manifestata e quindi i volontari non possono prevederla... per quanto riguarda la mia esperienza, comunque, non posso far altro che elogiarli per il lavoro svolto

Anonimo ha detto...

vi stimo, vi ammiro , vi apprezzo ... non ho parole per esprimervi tutta la mia solidarietà al vostro lavoro. Vivo con stelle una delle quali arriva proprio da Napoli non l'ho adottata tramite voi ma tramite un angelo che come voi fa la volontaria e l'ha raccolta dalla strada e me l'ha portata fino a casa ... a Modena. Mi è stata vicina in ogni momento dell'ineserimento, si è vero quando era arrivata era incinta e malata e per un soffio non l'ho persa e ogni minuto ho ringraziato il cielo che questo angelo meraviglioso di volontaria sia riuscita a portarmela in tempo perchè io potessi salvarla. Grazie voi mi date speranza che il mondo possa essere un posto migliore!!!
Lia

Posta un commento