05 mar 2009

LEHISMANIA : QUESTA SCONOSCIUTA!

Si sente tanto parlare di lehismania..... ma cos'è la Leishmaniosi?

La leihsmaniosi una malattia grave che colpisce sia l’uomo che il cane, essa è causata da un piccolo parassita il flebotomo, simile a una zanzara ma leggermente più piccolo lungo circa 3 mm di provenienza dai paesi dell’area tropicale ma oramai diffusosi anche in tutti i paesi del bacino mediterraneo. Essa si trasmette attraverso la puntura di un flebotomo infetto che a sua volta ha già succhiato il sangue di un soggetto uomo o cane, già infetto. Una volta contagiati, si rimane portatori a vita, in quanto le terapie attuali sono in grado di ridurre i sintomi ma non di portare alla completa guarigione. Ecco perché può essere definita la peste dei cane, perché pur non essendo contagiosa è come se lo fosse poiché la trasmissione avviene attraverso la puntura di una zanzara: praticamente invisibile, incontrollabile, ingestibile.

La contrazione della malattia può presentare varie sintomatologie a seconda dei casi alcuni cani presentano lesioni cutanee perdite di sangue dal naso, dimagrimento. Se non curata in tempo, la leihsmania canina può portare alla morte dell’animale. In ogni caso la diagnosi del veterinario è essenziale, infatti deve essere effettuata da un professionista tramite esami del sangue. Si stima che la percentuale della popolazione canina infetta sia intorno al 20% con punte del 40% nelle zone costiere a clima caldo umido, zone in cui i flebotomi trovano un habitat ideale con un preoccupante aumento dei focolai infetti.

La cosa più grave della malattia stessa sta nel fatto che non se ne parla abbastanza!

I veterinari ne parlano in modo superficiale, a volte negli ambulatori si trovano cartelli che pubblicizzano il prodotto che dovrebbe prevenire la puntura di queste zanzare ma quasi tutti dubitano dell'effettiva efficacia. Infatti non è possibile pensare che una spruzzatina di prodotto sul pelo possa essere un deterrente a lungo. Esiste una cura specifica che è sicuramente più efficace e consiste nel far assumere al cane una serie di farmaci per un periodo di tempo in modo da costituire una sorta di vaccino, ma ciò non rappresenta una soluzione certa e garantita.

Ma allora perché non viene fatta una vera, forte, intensa campagna di sensibilizzazione?

A questo punto diventiamo diffidenti e ci viene da pensare che, in assenza di una cura farmacologica specifica, non ci sia l'interesse di potere di diffondere queste informazioni. E se pensiamo che in Italia ogni anno vengono abbandonati qualche decina di migliaia di cani, che i canili sono stracolmi e che tutto questo rappresenta un grattacapo enorme e soprattutto un problema troppo oneroso, al Governo conviene lasciar stare che la leishmaniosi faccia il suo corso decimando il più possibile e al momento giusto presentare un nuovo farmaco miracoloso. Però, se questo farmaco miracoloso diventasse di dominio pubblico, facilmente trovabile in tutte le farmacie e a costi popolari, forse la Leishmaniosi si debellerebbe in breve tempo e quindi non sarebbe più necessario "comprare" il farmaco. Sicuramente non è così ma nulla ci vieta di immaginarlo, anche perché, secondo testimonianze autorevoli, in realtà un farmaco capace di debellare la Leishmaniosi ci sarebbe veramente. Proprio così, è un farmaco tedesco che ha già dato numerosi successi ma che non viene commercializzato perché al momento è un farmaco destinato esclusivamente agli umani. Lo si potrebbe acquistare per vie traverse ma a costi esagerati: si parla di 1000/2500 euro. Certo! Una cura non accessibile a tutti. A questo punto viene da vergognarci perché la vita di un animale deve dipendere dai soldi. Ma questo avviene anche negli umani ed allora diventa una questione diversa. SOLDI, SOLDI, SOLDI.

Come possiamo prevenire la lehismania?

1_Innanzitutto è consigliabile fare le analisi del sangue al vostro cane e verificare che non abbia già contratto la malattia.
2_Evitare come sempre detto il ristagno di acqua ovunque evitando la possibilità di riproduzione delle zanzare.
3_Disinfettare periodicamente e costantemente gli ambienti in cui vive il cane.

4_Preferibilmente farlo dormire in casa o in un ambiente protetto e se ciò non è possibile chiudetelo nella sua cuccia con una zanzariera, perché questa zanzara è attiva prevalentemente dal tramonto all'alba.
5_Svuotare continuamente la ciotola dell'acqua in cui beve.
6_Applicare prodotti repellenti a base di Deltametrina (collari e pipette).
7_Accendete una candela a S. Antonio

Per maggiori informazioni contattate il vostro veterinario di fiducia e fate in modo che le informazioni che vi vengono date siano dettagliate, facili da ricordare e soprattutto convincenti. Ne vale la vita del vostro cane. Nel frattempo PASSATE PAROLA della gravità di questa malattia perché potreste aiutare tanti, tanti, tanti cani.

Per informazioni e documentazioni sulla leishmaniosi consultate il sito:
http://www.sosleishmania.com/

Condividi


Bookmark and Share

0 commenti:

Posta un commento