13 feb 2012

Chaplin scacciato e maltrattato... SUL PONTE :(

Chaplin è un bellissimo gattino di circa 2 mesi, estremamente dolce, affettuoso e bisognoso del contatto umano! Purtroppo la sua storia non è bella, già così piccolo ha subito la cattiveria dell’uomo. Questo fagottino magrissimo e scheletrico è l’ennesimo gattino in difficoltà recuperato nel Napoletano, uno degli innumerevoli randagini che, come tanti purtroppo, vagano per strada, alla disperata ricerca di un riparo e magari di un’anima buona che dia loro un boccone di pappa e, perché no, una carezza, una parola di conforto. Ma dove viveva Chaplin tutti lo scacciavano in malo modo e nessuno gli dava da mangiare, neanche degli avanzi. Un pomeriggio di pioggia e di gelo ha tentato di ripararsi in un portone, ma i proprietari della casa in questione hanno iniziato a rincorrerlo e a scacciarlo in malo modo, tirandogli delle cose perché, testuali parole riportatemi, «non volevano un rognoso sacco di pulci in casa loro». Ad assistere alla scena si è trovato un ragazzino che ha deciso di portarlo a casa sua. Ma non potendolo tenere perché ha un cane aggressivo con i gatti, lui e un amico di suo fratello mi hanno contattata su facebook e me l’hanno portata a casa domenica 12 febbraio. E così il povero piccolo, denutrito e indifeso, adesso si trova a casa mia, dove resterà finché non avrà una famiglia da 10 e lode! E’ un gatttino veramente dolcissimo, che fa la pasta e le fusa a tutti, va d’accordo con cani e gatti e ha già imparato a sporcare nella lettierina. E’ stato sverminato e spulciato con Frontline e a breve sarà vaccinato. E’ un amore, si è ambientato benissimo in casa e non dà un’ombra di fastidio. Gli basta poco per essere soddisfatto: una copertina, un giochino, tante coccole e baci ed è felice! E ricambia facendo la pasta e le fusa! L’abbiamo chiamato Chaplin per via del bellissimo pallino nero sul nasino e per lo sguardo magnetico, che sembra quasi marcato con l’eye-liner.

Aggiornamento al 25/02/12
In due giorni una patologia fulminante ha portato Chaplin sul Ponte dell'Arcobaleno... Rita lo ha soccorso, curato e coccolato ma non c'è stato nulla da fare... Addio Chaplinn salutaci i nostri amici sul ponte...

Condividi


Bookmark and Share

7 commenti:

DURACCIO Rita ha detto...

CERCA DI NUOVO....

Anonimo ha detto...

Ma che succede? tutti questi ripensamenti? E' possibile che la gente non vuole prendersi neanche una responsabilità come quella di avere un animaletto?
Ah già..... la maggior parte delle persone fa i figli e poi li molla in palestre, piscine i nonni...figurati prendersi cura di un animale.....che mondo che sta diventando ragazzi un mondo di egoisti!

DURACCIO Rita ha detto...

SUL PONTE.... CIAO AMORE

Anonimo ha detto...

Cosa è successo?

DURACCIO Rita ha detto...

Improvvisa panleucopenia, ha iniziato a star male il 20 febbraio, l'ho fatto subito ricoverare, ma non c'è stato nulla da fare. Ieri stava proprio male, disidratato a non finire, come gli iniettavano liquido endovena così lo cacciava via, era debole e stanco, mentre gli facevano l'ultima flebo ilsuo corpicino non ha retto ed ha avuto una brutta crisi. FIP.
Non ho parole, né più lacrime, il mi oadorato Chaplin aveva anche trovato una famiglia che lo aspettava, avevamo fatto già anche il pre-affido, ma la sfortuna si accanisce sempre sui più deboli. Non bastava la sfortuna già avuta finora.

Anonimo ha detto...

Mi dispiace,Rita non vi conosco ma soffro con voi ogni volta che una di queste anime candide va via.
La mia unica speranza è che ci sia davvero un posto dove questi amori vanno direttamente dopo la morte e dove recuperino tutto ciò che non hanno avuto in questa vita.
Mando un bacio forte anche a te,che devi essere una persona davvero speciale.

Antonella

Anonimo ha detto...

Ciao Rita ,
mi conosci e sai quanto bene ti voglio e anche a tutti i pelosi che tu segui, mi immagino come stai, conoscendoti conosco la tua sofferenza ma bisogna andare avanti...., forza Rita ti mando un abbraccio ed un bacio grande.
Ivana

Posta un commento