03 ago 2016

Kelly e Nero... uniti da un doppio filo d'amore e d'egoismo... ADOTTATI!!!

Kelly e Nero... uniti da un doppio filo d'amore e d'egoismo... la loro storia ha dell'incredibile... arrivati da noi cuccioli nel 2002 sistemati in pensione da una famiglia che aveva promesso loro una casa il prima possibile... Passavano gli anni e Kelly, pelo lungo, e Nero, pelo raso, crescevano e i "proprietari" nonostante la nostra insistenza ci vietavano di metterli in adozione... questa storia è andata avanti incredibilmente per 14 anni... anni in cui hanno regolarmente pagato una piccola somma per il loro mantenimento ma anni in cui la loro vita è sfiorita... hanno visto passare tutti i loro compagni di gabbia, alcuni sono andati a casa, alcuni purtroppo hanno attraversato il Ponte... oggi dopo 14 anni abbiamo avuto il "permesso" di metterli in adozione ed intestarci i loro chip... vi chiediamo con il cuore in mano di regalare a queste anime un poco di felicità, che sia 1 mese, 1 settimana, 1 anno... anche adozioni separate, negativi alla leishmaniosi, solo una persona con un grande cuore può accogliere in casa questi vecchietti che nell'animo sono ancora cuccioli...

Aggiornamento al 24/01/2017
Kelly dopo 14 anni di gabbia ha trovato una famiglia disposta a darle stallo! Eccola fuori dalla gabbia!
 Aggiornamento al 20/2/2017
Oggi vi raccontiamo la storia di Kelly e Nero, 2 cani di 15 anni, trascorsi in box. I 2 avevano una famiglia che li ha sottratti ai pericoli della strada e portati in rifugio, versando un contributo mensile totale di 40/50 euro per il loro mantenimento. Come voi sapete, la nostra associazione si occupa di recuperare i cani randagi e renderli adottabili, dopo anni in cui le visite della famiglia erano sempre più sporadiche, 2 volte l’anno, siamo finalmente riusciti a convincerli che anche Kelly e Nero meritavano una casa. Abbiamo cercato per loro un’adozione di coppia, ma non è arrivata nessuna richiesta, abbiamo quindi provato, con l’aiuto delle volontarie de “il Branco” di Bergamo, a fare annunci separati. Per Kelly, di taglia piccola, è arrivata subito una richiesta, le volontarie di Bergamo nel frattempo hanno trovato uno stallo casalingo, e dopo tutti i controlli, Kelly è andata a casa. Una nuova vita che non le è dispiaciuta, si è abituata subito al guinzaglio, corre ed è diventata la padrona indiscussa del divano di casa. Nero nel frattempo era ancora in box, ma cominciavano ad arrivare richieste anche per lui. La persona che però in questi anni ha pagato il contributo per il suo mantenimento, una mattina si è presentata al rifugio, e non vedendo Kelly, ha deciso di portare via Nero, dicendo di portarlo dal veterinario perché lo vedeva triste e moribondo. Alle nostre telefonate, dove le chiedevamo di portare di nuovo Nero nel suo box ci ha risposto che era al lavoro e non poteva parlare. L’abbiamo invitata, tramite messaggi, a riportarlo, poiché rischiava una denuncia, in quanto il cane era intestato alla presidente della nostra associazione. Il giorno dopo Nero non è stato riportato, abbiamo poi saputo che era stato portato in un canile municipale, dove però non è stato accolto, per la presenza del microchip, stessa cosa per il secondo canile, a quanto pare contattato solo telefonicamente.  Dopo 10 giorni, in cui non abbiamo avuto notizie su dove si trovasse Nero, a parte 2 foto fatte in una cuccia, ci siamo recate a casa di una volontaria, che per anni ha collaborato con alcune nostre volontarie, per informarla di quanto stesse succedendo o se ne fosse già a conoscenza. Ci siamo avvicinate per citofonare, ed ecco che sbuca Nero. La signora non era in casa, l’abbiamo contattata al telefono, e ci ha risposto che non ci avrebbe ridato il cane e che avrebbe contattato la famiglia. Nell’attesa erano già stati avvisati i carabinieri, poiché nel frattempo avevamo sporto denuncia per la sottrazione del cane. Grazie all’intervento delle forze dell’ordine, siamo riusciti a riavere Nero e a dargli una casa. Ora vive felice, durante il viaggio per andare a casa, in treno, ha ricevuto carezze e complimenti, perché a detta dei passeggeri “è un cane abituato a viaggiare in treno”, quando gli è stato detto che invece usciva da un canile dopo 15 anni di box, non sono mancate le lacrime, come in lacrime di gioia ci ha accolto la sua mamma…L’emozione non ha voce, ed è proprio così, non si può descrivere la felicità provata in quegli istanti, gioia pura e immensa che è difficile raccontare con le parole Nero e Kelly vivono felici, anche se separati, hanno voglia di scoprire il mondo e lo fanno senza paura, le loro mamme sono in contatto, a breve si incontreranno e ovviamente vi renderemo partecipi. Buona vita Kelly e Nero, è arrivata anche per voi la felicità e godetevela tutta!

 

Condividi


Bookmark and Share

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Che bello!!!
Bravissima la famiglia che ha accolto la dolce Kelly

robi ha detto...

e nero è rimasto solo? : (((

Anonimo ha detto...

già...e il dolce Nero è solo?

robi ha detto...

grande epilogo!!!

Anonimo ha detto...

FINALMENTE!!!
Buona vita ad entrambi

Posta un commento